Sbatti il mostro… in pubblicità!!

In questi giorni ha fatto molto parlare l’azione di guerrilla lanciata da Sky per promuovere la fiction televisiva Romanzo Criminale, ispirata al bel romanzo di Giancarlo De Cataldo: sull’argomento vi invito a leggere il post “Tutto in una Notte” pubblicato su Bloguerrilla. In sintesi: il 14 /10, a Roma, in zona Eur, sono apparsi nottetempo quattro busti inneggianti a personaggi di spicco della Banda della Magliana. Il successo dell’iniziativa è stato suggellato dalla sdegnata reazione del Sindaco Gianni Alemanno, che ha ordinato l’immediata rimozione dell’installazione, parlando di “iniziativa di cattivo gusto”.
Se mi è permessa una battuta shakespeariana, molto rumore per nulla. Non è certo la prima volta che una campagna fa parlare di sé, sbattendo il mostro – anche non reale – in prima pagina. Si tende sempre a ignorare l’originalità di queste azioni e a porre l’accento sulla loro natura provocativa, con il risultato, paradossale, che la campagna che si vuole censurare raggiunge comunque lo scopo di farsi notare.
Mi è venuto naturale pensare ad un vecchio spot Nike. Protagonista è un killer mascherato armato di motosega – che ricorda i cinematografici Jason (“Venerdì 13), Michael Myers (“Halloween”) e Leatherface (“Non aprite quella porta”) – che vorrebbe fare a pezzettini una ragazza sorpresa sola soletta in casa… Peccato che lei si riveli una podista di tutto rispetto e che lui sia piuttosto fuori allenamento!
A me sembra che l’aspetto ironico sia del tutto prevalente sull’incipit potenzialmente truculento della situazione. Evidentemente sono tra i pochi a pensarlo, dal momento che all’epoca lo spot venne bandito dal circuito televisivo. Ma c’è qualcuno che crede veramente che per fermare un pazzo furioso – questo sì terribilmente reale – sia sufficiente non passare un commercial?

The Apprentice

Una risposta a “Sbatti il mostro… in pubblicità!!

  1. Già…ottimo post. L’associazione web marketing/film mi ricorda tanto il sito di @franseo..

    Comunque ci sono molte aziende che con queste cose ci giocano davvero tanto…ricordo che anni fa era stata fatta un’istallazione (non chiedetemi la città o l’anno, sarò piuttosto vaga) della Nike e per tutta risposta qualche giorno dopo una banda di manifestanti si era vivamente opposta e aveva protestato per questa “opera”…

    in sintesi, l’istallazione della Nike comprendeva anche la manifestazione di rivolta, perchè tutto questo facesse (appunto) rumore e se ne sentisse l’eco fino in prima pagina…tanto per dire che a volte anche un’iniziativa o una promozione (volutamente?) mal riuscita finisce per diventare un caso se viene ben strutturata!

    Bel sito, complimenti!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...