Ci vorrebbe un caffè (e una buona idea)

Ricomincia in Italia la lotta tra spot di caffè, per la supremazia in cielo e in terra. E’ proprio così, visto che pare che l’ambientazione prediletta per questa categoria di prodotto sia l’aldilà.

Da più di quindici anni Lavazza ambienta i propri spot in paradiso e da circa sette i testimonial fissi sono Paolo Bonolis e Luca Laurenti, in versione “allegri defunti”.

Bonolis Laurenti spot Lavazza

Un po’ meno allegro George Clooney, che negli ultimi spot Nespresso viene ucciso da un pianoforte che cade dal palazzo dove l’attore ha appena acquistato una macchina per cialde Nescafè. George arriva in paradiso, dove San Pietro – John Malcovich chiede la macchina in cambio della restituzione della sua vita. Qui una delle versioni dello spot:

Un’idea già vista in alcuni film per una campagna internazionale che richiama, qui da noi, quella storica di Lavazza.

Ma la guerra per il caffè nell’aldilà era iniziata già alcuni anni fa: vi ricordate lo spot con Renzo Arbore Segafredo Moment? In questo caso il conflitto tra i due caffè era stato apertamente ricercato, attraverso l’uso di un umorismo tutto all’italiana e un debole richiamo al vizio della caffeina.

Gaetano Mele, amministratore delegato di Lavazza ha rilasciato una dichiarazione sul presunto plagio:

È una cosa strana e singolare. Mi chiedete se hanno copiato? È difficile non pensarlo. È tutto uguale, l’ambientazione è identica così come l’idea del caffè da Paradiso. Preferisco credere che si tratti di una sfortunata svista e confidiamo nel fatto che, non appena si siano resi conto di essere incorsi in un infortunio, cessino la campagna. Se non lo faranno ci tuteleremo nelle sedi più opportune ma speriamo di non arrivare a questo. In 40 anni che lavoro nel settore non mi era mai capitata una cosa del genere.

Gli spot si assomigliano molto, ma l’incidente diplomatico potrebbe essere stato causato più alla mancanza di un’idea forte ed dal conseguente ricorso ad una sceneggiatura ricorrente negli ultimi anni.

O forse i nuovi spot sono la parodia della morte del testimonial, che potrebbe concludere a fine anno l’esperienza con Nespresso?

Joy

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...