Archivi categoria: blogging

Social Web Quotes of the Decade

Con l’inizio del nuovo anno e la fine della prima decade del nuovo secolo abbiamo assistito ad una invasione di top 10 dedicate ai momenti più significativi per la comunità web.

Tra classifiche che si riducevano irrimediabilmente a segnalare gli stessi momenti, siti o prodotti, nessuno aveva però ancora pensato di raccogliere e condividere le idee che ci hanno portato a questo punto e che hanno permesso la nascita dei social media.

Gary Hayes, un emergente “media thinker” ha avuto invece l’intuizione di raccogliere in un singolo widget le migliori citazioni web degli ultimi dieci anni. ‘Social Web Quotes of the Decade’ raccoglie un numero crescente di pensieri, aforismi e riflessioni di oltre 250 blogger, giornalisti e addetti ai lavori.

Dal rapporto tra giornalismo partecipativo e politica alla vita online di tutti i giorni, dai new social media alle esperienze di social marketing queste citazioni aprono una finestra sulle idee che hanno segnato questi ultimi dieci anni e sono state rintracciate e aggregate anche grazie all’aiuto della “saggezza delle folle”.

Gary ha chiesto infatti l’aiuto dei lettori del suo blogper raccogliere il meglio degli ultimi dieci anni ed è ancora possibile segnalare nuove citazioni. D’altronde se c’è qualcosa che è cambiato nelle “best of…” è proprio il modo di stilarle, ovviamente “social”.

Via guardian.co.uk

La Blanche

Annunci

Merry Xmas and Happy New Cafè!

Serve aiuto per scegliere i regali hi-tech?

Si avvicinano minacciose le festività natalizie e qualcuno di voi sarà sicuramente in ansia per qualche regalo: per quelli che si indirizzeranno verso un prodotto hi-tech, offro un piccolo consiglio informativo.

Prima di decidere fatevi un giro sul blog di David Pogue, tech column del New York Times:

The latest in Technology From David Pogue

Il blog offre ottimi articoli relativamente a vari modelli di smartphone, notebook e ebook reader. Ottimi esempi sono Apple’s New Nano: Now The World’s Smallest Camcorder e The Kindle DX: Bigger, but With a Lot of Footnotes.

Ma l’elemento interessante sono i video, alcuni estremamente brillanti, nei quali Pogue offre bizzarre review dei prodotti.

Questi sono solo alcuni ma ne trovate altri sui blog di David: guardate questo “I Am Nook“.

Mr. Writer

Balloons, windblogging nel cyberspazio

Ballons è la prima applicazione di windblogging per iPhone, pubblicata da Shiny Development.
Internet ha dato la possibilità di sostituire il tradizionale messaggio in bottiglia con dei palloncini vaganti nel cyberspazio.

Per lanciare il proprio messaggio basta scegliere la forma del palloncino e allegare un’etichetta con il proprio nome, il messaggio e, per chi volesse, anche una foto.
A quel punto il palloncino comincia il suo viaggio in balìa del cyberspazio. Chiunque raccoglierà il palloncino, cliccando l’apposito tasto, vedrà da quanto tempo è stato lanciato e da dove proviene (grazie alla geolocalizzazione offerta da iPhone), potrà aggiungere una sua etichetta, con un nuovo messaggio e una nuova foto. Potrà poi lasciarlo nuovamente vagare, verso nuove storie.

La versione Lite è scaricabile gratuitamente su App Store. La versione completa, al costo di 2,39 euro, offre qualche forma di palloncino in più da scegliere e la possibilità di tracciare il percorso dei propri palloncini, per scoprire chi li ha raccolti e quali etichette sono state aggiunte.

L’aggiornamento 2.0 dell’applicazione, secondo quanto annunciato, sarà integrato con Twitter e con Google Maps, in modo da poter visualizzare i percorsi dei palloncini. Inoltre conterà sull’introduzione delle notifiche e permetterà di impostare dei preferiti, per tracciare il percorso di qualsiasi palloncino catturato, non solo dei propri.

via kataweb

La Blanche

Passion for Scorpion Tales

foto_epocaAbarth

Continua il digital storytelling firmato Abarth con il terzo episodio de Le Storie dello Scorpione, presentato ancora una volta in anteprima.

Come anticipato brevemente nel precedente articolo dedicato al documentario, questa volta i protagonisti del nuovo release sono gli appassionati e i collezionisti Abarth.

passion_abarth

“Passion”, il titolo dell’episodio, è l’elemento caratteristico che accompagna i fan Abarth, affezionati da anni al brand, legati da una “passione incontrollata” per queste piccole e potentissime auto.

In quest’episodio incontriamo alcuni appassionati che parlano delle loro esperienze e delle loro auto: Mark Gessler e la sua Abarth 204 A del 1950, Giuseppe Fiermonti e la sua Abarth 124 del 1972, Ruben Wainberg e Livia Nasi a bordo delle loro Abarth 500 del 2008. Ecco il video:

Ci stiamo sempre più “appassionando” a questo documentario virale che ha scelto la blogosfera per la sua nuova gara sul circuito Web 2.0.

Per la prossima “tappa”… In Racing we trust! Tenetevi pronti!

La Blanche

Café des ignorants+Abarth+Le Storie dello scorpione: insieme all’autodromo del Mugello

 Mugello 

Abarth e Le Storie dello Scorpione ci hanno trascinati, questa volta, direttamente al circuito del Mugello, rendendoci protagonisti del quinto appuntamento del Trofeo Abarth 500-Selenia .

L’iniziativa Abarth ci ha incuriosito sin dall’inizio e finora non ci ha deluso.

Il coinvolgimento di alcuni blogger selezionati per presentare in anteprima i video del documentario firmato Abarth, realizzato per rinvigorire la fama del marchio e per il lancio del nuovo sito, dimostra la cosapevolezza di un’azienda che vuole interagire con il pubblico attraverso il web, i blog, la condivisione di informazioni, l’interazione con gli utenti.

Con piacere abbiamo accettato l’invito della casa madre a partecipare al Trofeo 500 Abarth domenica scorsa all’autodromo del Mugello. Oltre all’ingresso al paddock, aspettavamo con ansia l’incontro esclusivo con il grande Guido Meda, commentatore televisivo del moto mondiale, nonchè voce narrante del documentario Le Storie dello Scorpione e pilota “esclusivo” della Abarth N. 49 in gara.

Guido Meda

Un uomo originale, socievole, simpatico ma soprattutto preparato, informato e professionale. Prima di entrare al paddock abbiamo parlato con Guido del progetto Le storie dello Scorpione, dell’interesse che ha riscontrato da parte dei blogger coinvolti, analizzando più da vicino il mondo della comunicazione web.


Vogliamo ora condividere con voi il grande entusiasmo che abbiamo provato quando Guido ci ha accompagnato nel paddock e ci ha mostrato la sua mitica Abarth.

Paddock Abarth

Dopo un po’ di delucidazioni sul funzionamento del motore, sulle tecniche di corsa e sui funzionamenti delle Abarth 500, abbiamo lasciato che Guido si preparasse per il race.

Ecco i momenti salienti della gara

La partenza è stata entusiasmante:

Dalla pole è scattato Tavano, seguito da Baldan. Dopo soli pochi minuti, il contatto e conseguente capottamento di Campani e Rizzoli alla curva Scarperia(Di cui vi mostriamo un video….molto amatoriale!)ha fatto entrare in pista la Safety-car per 2 giri.

Tavano ha tenuto testa durante tutta la corsa, seguito sempre da Baldan, mentre  si è scatenata una bella lotta sul filo del rasoio per il terzo gradino del podio tra Francesco Iorio e Simone Di Luca e che, nel finale, hanno raggiunto e coinvolto Baldan. Lui ha difeso abilmente la seconda posizione, Iorio è arrivato terzo mentre, nell’ultima curva è uscito di pista proprio luiGuido Meda, costringendolo al ritiro.  Peccato!

Una giornata davvero piena di emozioni!
Vedremo cosa succederà al prossimo race del Trofeo 500 Abarth stabilito il prossimo 11 ottobre all’autodromo di Vallelunga e aspettiamo con ansia il terzo episodio del documentario che sarà dedicato, questa volta, ai collezzionisti Abarth!

 storie dello scorpione

 

Restate sintonizzati sul nostro café!

La Blanche

Dal micro al macroblogging con Woofer

Stanchi di spremere le meningi per concetrare, compattare, comprimere , zippare i vostri pensieri in soli 140 caratteri?
In fondo la sintesi è un dono che non vi appartiene?
Siete alla fine un po’ logorroici?
Twitter non lo avete mai capito fino in fondo?
Ok, allora uso poche parole per dirvi che c’è Woofer, una versione/parodia di Twitter,
che vi permette di parlare, sproloquiare, “abbaiare” e inveire quanto volete, avete a disposizione 1400 caratteri!!!
C’è chi già ne apprezza le potenzialità e chi invece no.
Leggete qui.
Chissà che non ci becchiamo su Woofer.
Miss. somewhere
Via

Stanchi di spremere le meningi per concetrare, compattare, comprimere e zippare i vostri pensieri in soli 140 caratteri?

Pensate che in fondo la sintesi è un dono che non vi appartiene?

Siete alla fine un po’ logorroici?

Twitter non lo avete mai capito fino in fondo?

Ok, allora uso poche parole per dirvi che c’è Woofer, una versione/parodia di Twitter, che vi permette di parlare, sproloquiare, “abbaiare” e inveire quanto volete, tanto avete a disposizione ben 1400 caratteri!!!

C’è chi già ne apprezza le potenzialità e chi invece no.

Chissà che non ci becchiamo su Woofer…

Miss. somewhere

Via

repubblica.it