Archivi categoria: cinema

Archibugi, Soldini e Virzì: i nuovi corti di Intesa Sanpaolo

Sono in onda da ieri i nuovi spot-cortometraggi di Intesa Sanpaolo, piccoli film che nascono per trasmettere il concetto di banca vicina alle necessità, ai problemi e alle gioie dei propri clienti.

Dopo Per Fiducia, la serie di corti che l’anno scorso era approdata in tv (tre spot firmati da Ermanno Olmi, Gabriele Salvatores e Paolo Sorrentino), arrivano ora le produzioni di Francesca Archibugi, Silvio Soldini e Paolo Virzì.

Archibugi Soldivi Virzì

Francesca Archibugi racconta la storia di due amiche che decidono di abbandonare la stabilità di un lavoro che non le soddisfa per inseguire il sogno di riaprire l’asilo che hanno frequentato insieme. La voce narrante del corto è quella di Antonio Albanese.

Archibugi Soldini Virzì

Silvio Soldini entra invece nel mondo di un ricercatore che vuole tornare in Italia, attraverso la narrazione di Margherita Buy. L’imprenditore di Paolo Virzì è invece la storia di un uomo che sta per prendere la difficile decisione di chiudere la propria azienda, ma che torna sui suoi passi dopo essersi confrontato con il figlio ed i dipendenti. In questo caso, la voce fori campo è quella di Silvio Orlando.

Si parla quindi sempre di fiducia, nel futuro e verso gli altri, in questi nuovi cortometraggi.

Intesa Sanpaolo aveva continuato il percorso di Per Fiducia anche on-line, con i corti La Pagella di Alessandro Celli, L’ape e il vento di Massimiliano Camaiti e L’altra metà di Pippo Mezzapesa.

Altre tre storie di fiducia i cui interpreti hanno meritato importanti riconoscimenti e che portano i problemi della vita reale e i personali riscatti quotidiani sotto la luce magica del cinema italiano.

Joy

Annunci

Alice in Wonderland: stasera live event su Myspace

L’attesa per la nuova pellicola del geniale Tim Burton cresce ogni settimana di più: mesi fa le prime immagini del Cappellaio Matto/Johnny Depp fecero rapidamente il giro del mondo, ed il trailer 3D che passa nei cinema è a dir poco sorprendente.

Tutti si aspettano molto da questa rivisitazione visionaria del classico di Lewis Carroll.

Anche voi non riuscite ad aspettare i primi di marzo, periodo d’uscita mondiale del film?

Allora non vi resta che collegarvi oggi stesso al fantastico spazio Myspace, ed assistere al live event che andrà in onda questa notte.

Un grande evento/concerto che accenderà l’Hollywood e Highland Center di Los Angeles. A fianco dei protagonisti del film, saliranno sul palco gli artisti che hanno dato vita alla compilation “Almost Alice” con brani di Avril Lavigne, Robert Smith dei Cure, Franz Ferdinand e Shinedown. (tgcom)

Walt Disney non lascia niente la caso: un lancio in pieno stile americano, ma a sorprendere è proprio l’utilizzo customizzato di un presidio social oggi spesso trascurato.

Ad ogni modo, ecco il trailer del film.

Mr. Writer

“Chiavatar”: il 3D non ha confini di genere

Dopo l’incredibile successo di Avatar, che ha da poco superato i 2 miliardi di dollari di incasso nel mondo, il 3D pare aver suscitato l’interesse di un autore che non ha molto a che fare con la fantascienza: Tinto Brass.

Il regista di Monella e La Chiave, sarebbe pronto a girare un suo personalissimo “adattamento” della pellicola di Cameron: “Chiavatar”.

In realtà il film in progetto si intitola Chi ha ucciso Caligola?, ma il fatto che il regista voglia girare “il primo film erotico in 3D della storia”, ha dato il via al buzz online e i fan hanno subito ribattezzato il progetto, facendo il verso alla pellicola campione di incassi.

La notizia è di qualche giorno fa, ma le indiscrezioni si susseguono senza sosta e pare si sia già fatta avanti la protagonista femminile: Asia Morante.

Il regista non perde l’occasione per sfoderare la sua proverbiale ironia in un’intervista all’AGI:

Se un’attrice avvicina una mano alla telecamera hai la sensazione che la infili sotto i tuoi pantaloni… Esperienza magnifica!

Non si hanno notizie della società che si occuperà dell’aspetto tecnico del film: che sia Tinto Brass a portare il 3D in Italia?

Mr. Writer

First Spring: costumi firmati Prada

First Spring è il titolo dell’ultimo cortometraggio di Yang Fundong, artista cinese. I costumi sono davvero eccezionali!

Il tratta dello stilista è inconfondibile: parliamo di Prada.

In questo caso, però, non è stata la regista a scegliere Prada per i costumi da utilizzare per il proprio film, ma l’esatto contrario…

La casa di moda italiana, infatti, ha scelto il talento di Yang Fundong per presentare la collezione uomo Primavera-Estate con First Spring.

First Spring è stato realizzato unicamente per il web e rimarrà disponibile sul sito di casa Prada per tutto il periodo delle sfilate. Fotografia, riprese e volti, avvolti nell’aurea di una elegante Shanghai in bianco e nero, fanno di First Spring una pellicola raffinata, di “alta classe”.

Da Lady Dior, girato da Olivier Dahan per Dior, a First Spring di Yang Fundong per Prada, sembra che il cinema e la moda si stiano fondendo sempre più in versione web 2.0!

Un vero e proprio  tocco di stile al passo coi tempi:)

La Blanche

Un pò di Avatar a Bologna

Attesissimo l’approdo in territorio bolognese di Joe Letteri, Visual Effects Supervisor di Avatar e Direttore di Weta Digital. Nel suo speech per Future Film Festival, infatti,  presenterà in anteprima mondiale il making of del discusso film di James Cameron. Se il 26 gennaio siete in quel di Bologna, non potete mancare!

Avatar: dalla Marvel a James Cameron

In molti stanno aspettando l’uscita di Avatar, ultimo film di James Cameron, nelle sale italiane (prevista per il 15 gennaio). Naturalmente l’Italia è uno degli ultimi paesi in cui uscirà il film, mentre all’estero se n’è già discusso molto e si continua a discutere.

C’è chi parla di una trilogia, chi considera Avatar la pellicola che rivoluzionerà il mondo del cinema, il Kolossal sci-fi che ha riportato a galla il vero cinema hollywoodiano e, come per ogni opera che desta clamore e successo popolare, c’è chi parla di plagio.

Un blogger americano, tale marcus parcus, ha pubblicato una serie di immagini di Timespirits, un fumetto americano della Marvel degli anni ’70-’80,  mettendole a confronto con alcuni frame del film di Cameron.

I Na’vi, gli eleganti e slanciati alieni ispirati ai nativi d’America, sembrano effettivamente somigliare ad alcuni personaggi di Timespirits.

Probabilmente si tratta di una coincidenza, ma sicuramente le similitudini sono evidenti. Se volete dare la vostra opinione a riguardo provate a dare un’occhiata all’articolo apparso su themonkeymind.livejournal.com.

La Blanche

Vite di artisti per Relentless

Relentless, l’energy drink del Gruppo Coca Cola, ha lanciato Live of the Artists, nuovo film documentario che ha debuttato sul sito del brand www. relentlessenergy. com, dando vita ad un’efficace strategia di Branded Content in linea con il proprio target di riferimento.

Protagonisti del lungometraggio: Xavier De Le Rue, campione di snowboard, Tom Lowe e Fergal Smith, acrobati del surf, i Gallows, band hardcore punk inglese.

Le loro personalità, le loro adrenaliniche imprese e spettacolari performance, sono rappresentate in questo eccezionale documentario. La camera cattura le loro passioni, riflessioni ed emozioni per poi cambiare inquadratura e passare alle meravigliose immagini delle vette dell’Alaska, le onde dell’oceano, la forza trasmessa dalla musica.

Ecco alcune immagini del documentario:

Il lungometraggio è stato, inoltre, acquistato e trasmesso dalla rete spagnola Cuatro confermando l’ottima qualità dell’idea.

Da non perdere!


La Blanche