Archivi tag: mostra

Tim Burton al MoMA

Davvero da non perdere.

Se avete la fortuna di essere prossimamente dalle parti di New York andate al MoMA a visitare la mostra dedicata al visionario regista del prossimo Alice in Wonderland.

L’esposizione è aperta fino al 26 aprile 2010.

Mr. Writer

Annunci

Vinyl Factory sbarca a Bologna!

Non per essere nostalgici a tutti i costi, ma siamo in tanti a rimpiangere il vinile: oltre alla qualità audio c’era il piacere di tenere tra le mani un bell’oggetto. Non è un caso che in questi ultimi anni, contraddistinti da facile musica liquida, siano tornati alla ribalta: certo i numeri sono molto contenuti ma sempre più artisti offrono edizioni limitate e molto curate proprio su questo supporto.

Quindi, se siete tra quelli che pensano che i dischi in vinile siano una vera e propria opera d’arte non potete perdere la mostra Vinyl Factory BOotleg, presso La Pillola 400 a Bologna.

I dischi in vinile sono diventati i protagonisti di Vinyl Factory, la mostra collettiva che MondoPOP International Gallery di Roma ha organizzato nella capitale la scorsa primavera a cura di Omino 71 e Diavù. I vinili, dipinti da artisti più o meno famosi della scena urban, neo pop, pop surrealist, dopo alcune trasferte di successo come Urban Panorama Records (all’interno del Salone Pitti Uomo 2009 lo scorso giugno a Firenze) e Vinyl Happening (all’interno della fiera d’Arte Contemporanea Step 09, lo scorso settembre a Milano), approdano a Bologna.

Fino al 27 dicembre potete dunque vedere questo originale mix di linguaggi e supporti. A proposito di linguaggi, non può mancare quello social: visitate la pagina Facebook dell’evento dove trovate una gallery di ben 35 immagini.

Mr. Writer

Who shot Rock and Roll

Una nuova interessantissima mostra fotografica va in scena al Brooklin Museum di New York fino al 31 gennaio 2010.

Who Shot Rock & Roll: A Photographic History, 1955 to the Present celebra i più grandi fotografi che hanno creato la visual identity della musica rock, ed è anche la prima mostra che si svolge in uno dei più importanti musei al mondo che ha lo scopo di restituire ai fotografi un ruolo di assoluta importanza nella storia del rock.

Molti di questi fotografi non sono mai stati nemmeno citati, eppure l’eccellenza del loro lavoro è alla base della memoria iconografica della cultura rock.

Ad esempio la foto di Jimi Hendrix che incendia la sua chitarra al Monterey Pop Festival del 1967 è stata scattata da Ed Caraeffche allora aveva 17 anni.

E’ diventata una delle più famose immagini della storia del rock eppure nessuno si ricorda del nome del suo autore.

Emerge dalle immagini il tentativo di questi fotografi di appropriarsi di un momento di intimità di alcune tra le più grandi star del rock, qualcosa che li sappia avvicinare ai loro fan e renderli in qualche modo “umani”.

In questa direzione vanno le foto più emozionanti presentate, immagini che sanno di “scatto rubato” ma anche di “vero”.

Ecco una piccola gallery di alcune delle foto presentate alla mostra:

http://www.rollingstone.com/photos/gallery/30704191

Man in Black