Archivi tag: robot

Absolut Vodka art: I’m here di Spike Jonze

Ancora una volta Absolut Vodka ha trovato la chiave giusta per arrivare al suo pubblico. E’ successo con I’m here, il cortometraggio girato da Spike Jonze per la vodka più nota, che è stato da poco presentato al Sundance Film Festival. Il trailer ci proietta immediatamente nel mood del film.

La storia d’amore tra due robot quasi umani che vivono la propria storia a Los Angeles è l’ennesimo esempio delle scelte comunicative di Absolut Vodka, brand capace di essere davvero trasversale. Dopo Andy Warhol, Keith Haring e Helmut Newton, anche Spike Jonze porta il proprio immaginario nel mondo Absolut.

Da visitare il sito dedicato al progetto, www.imheremovie.com, un viaggio nelle musiche e nelle atmosfere del corto. Parallelamente, è stato aperto un blog nel quale sono pubblicate notizie sulla realizzazione del film, sugli attori e la colonna sonora.

Il cortometraggio parteciperà al Festival di Berlino e sarà possibile vederlo sul sito ufficiale a partire dal 7 marzo, “acquistando” un biglietto virtuale (basta inserire il nome e al mail).

Joy

A spasso sul Robot Toyota i-foot

i-foot

L’azienda giapponese Toyota continua a sperimentare e creare prototipi robotici di ultima generazione tragati dal prefisso “-i”.

Dal 2004, infatti, l’azienda sta portando avanti svariate ricerche per lo sviluppo di “sedie robotiche“, veicoli destinati alla mobilità personale e al miglioramento delle condizioni di vita delle persone disabili o anziane, fino alla realizzazione dell’ultimo i-foot.

Dopo il debutto ufficiale nel dicembre 2004 (quando il primo i-foot era alto 232cm e pesava più di 200Kg) oggi la versione più aggiornata della “sedia robot” è alta 180cm e pesante 75Kg. Dati che posson far riflettere su quello che potrebbe succedere in futuro (Robot che potranno finalmente essere pilotati? Gundam materializzati? Chissà!).

Il sistema i-foot può trasportare un peso di 80Kg circa alla velocità di 1.40Km orari. Seduti comodamente, avvolti dal “guscio” e protetti da cinture di sicurezza, si può camminare e andare allegramente a spasso dove si vuole. Il prototipo potrebbe rivelarsi una vera e propria svolta per i disabili, per chi non ha la possibilità di essere indipendente.

In pochi anni si son fatti “passi da gigante” nel mondo della ricerca Toyota!

 

La Blanche