Intesa Sanpaolo: su facebook la rivolta dei ricercatori

Qualche giorno fa vi avevamo segnalato l’uscita dei nuovi corti di Intesa Sanpaolo realizzati da tre affermati registi italiani: Francesca Archibugi, Paolo Virzì e Silvio Soldini.

Proprio l’episodio curato da Soldini, “Ricercatore“, ha suscitato immediatamente l’ira di studenti, ricercatori e docenti universitari che vedono nello spot una rappresentazione della ricerca italiana falsa e priva di qualsiasi legame con la vita reale.

Un ottimismo sconfinato, quello dello spot, che si è bruscamente scontrato con la cruda realtà che vive chi vuol fare ricerca nel nostro paese.

Prima dell’avvento dei social media, molto probabilmente ci si sarebbe fermati ad una semplice imprecazione dopo il passaggio televisivo dello spot, o alla disquisizione con i proprio colleghi. Ma oggi la protesta corre sulle bacheche digitali di tutti quanti: su facebook sono stati creati subito diversi gruppi  (Contro lo spot sul Ricercatore di Intesa San Paolo) ed eventi (Richiesta prestito Intesa San Paolo per la ricerca).

Ovviamente uscendo dal social site in questione la situazione non migliora: diversi blogger (qui e qui) si sono già occupati della vicenda, e il passaparola, si sa, nel web viaggia velocissimo.

Questo spot è un’indecenza e offende tutti i ricercatori italiani che si sacrificano quotidianamente per poter sopravvivere.(Giuseppe Attardi, Università di Pisa)

Ecco lo spot in questione, giudicate voi.

Mr. Writer

Una risposta a “Intesa Sanpaolo: su facebook la rivolta dei ricercatori

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...