Archivi tag: advergame

La prova su strada della nuova Volvo? La faccio sulla poltrona di casa…

Vi piacerebbe poter provare un’auto prima di acquistarla… direttamente nel salotto di casa? Beh, Volvo ha aperto una nuova strada in questo senso. In occasione del lancio di Volvo S60 la casa svedese, in collaborazione con la software house SimBin, ha studiato l’advergame Volvo: The Game. Disponibile per il download gratuito su www.volvocars.com, il gioco permette agli utenti di guidare una Volvo S60 (o altre cinque modelli della stessa casa: Volvo C30, S60, S40, 850 e 240 Group A) su due diversi circuiti, curati nei minimi particolari: la Eco Driver Arena di Goteborg (Svezia) e la Chiyaka (vicino a Kiev, in Ucraina). Tre i livelli di difficoltà.

The Apprentice

Annunci

Terminator? La guerra si vince su Twitter

Era inevitabile: dopo MySpace e Facebook, i creativi stanno cercando di colonizzare anche Twitter. Ne è un esempio la campagna promozionale per la prossima uscita del blockbuster Terminator Salvation (sugli schermi italiani dal 5 giugno).

Sulla piattaforma di microblogging, Sony – la casa di produzione del film – ha lanciato l’advergame Resistance 2018. Parliamo di una sorta di quiz on-line, che offre a giocatori l’illusione di combattere contro Skynet.
Partecipare è semplicissimo: basta risolvere nel più breve tempo possibile enigmi basati sui protagonisti e sulla trama di una delle più celebri saghe cinematografiche degli ultimi decenni. Più punti si totalizzano più si sale di livello, con la possibilità di unirsi ad altri battaglioni fino ad affiancare direttamente John Connor (interpretato da Christian Bale nella pellicola firmata da Joseph McGinty Nichel).

Terminator_1

The Apprentice

La pubblicità? Adesso soddisfa la tua voglia di giallo…

Amate le vicende misteriose e le atmosfere alla Simenon? I romanzi dei vari Connelly, Deaver e Mankell non vi bastano più? Nessun thriller degno di nota nelle sale cinematografiche? Volete mettere alla prova il vostro talento da Sherlock Holmes? Beh, le alternative non mancano. Potete partecipare a uno di quei murder party tanto di moda, magari anche per togliervi qualche voglia eno-gastronomica. Oppure armatevi di block notes, acume e pazienza e… navigate un po’ sul Web.
Ultimamente, infatti, fioccano le campagne virali a tinte noir.
Qualche esempio? Per promuovere il lancio dei nuovi notebook consumer, Fujitsu Siemens Computers ha firmato l’advergame Cerca Bianca (www.cercabianca.it). Sotto uno dei video postati in Rete, buon esempio di product placement.

 

Per partecipare, occorre registrarsi. L’obiettivo è quello di rintracciare la misteriosa Bianca: in palio un notebook Amilo Pi3540.
Di taglio più cinematografico – i primi due riferimenti che mi vengono in mente sono Memento e la trilogia di Jason Bourne – la campagna “Who is Johnny X?” di Sony Ericsson per promuovere il cellulare Xperia X1. Johnny X è un misterioso giovane affetto da amnesia: man mano che scopre qualcosa di nuovo di sé  aggiorna il suo smart phone (?!).

 

 

L’enigma sarà svelato da nove filmati pubblicati a puntate sul sito www.whoisjohnny-x.com
Buona indagine a tutti!

 

The Apprentice

 

Il parcheggio? Un problema per i comuni mortali, una leva di marketing per i pubblicitari

È notizia di questi giorni che il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, ha rimandato alla prossima settimana la decisione definitiva in merito al progetto di un parcheggio da 700 posti auto nell’area collinare del Pincio. Sulla questione si sono pronunciati un po’ tutti, dal Ministro Bondi a Italia Nostra, passando per Celentano, e milioni di parole sono state spese da giornali e blog.
Segno, questo, che il parcheggio rappresenta una delle ossessioni – o meglio degli incubi – dell’uomo metropolitano moderno. I pubblicitari, volponi, lo sanno e cercano di sfruttare la cosa a proprio vantaggio. Di seguito, qualche esempio curioso, scoperto surfando in Rete.

Iniziamo con una fissione alternativa di Smart in quel di Madrid, città dove gli spazi per il parcheggio di certo non abbondano. Per comunicare che “Le nostre macchine non hanno bisogno di grande spazio”, lungo una delle principali arterie della capitale spagnola, Smart ha installato il cartellone che potete ammirare sotto. Esteticamente da rivedere ma il messaggio arriva rapido e chiaro.

Smart - Affissione alternativa a Madrid
Smart – Affissione alternativa a Madrid

Mini, invece, ha addirittura costruito un divertente advergame – Power Slide Parking – intorno all’atto del parcheggiare: www.mini.com/powerslideparking. Protagonisti sono una Mini Baby Racer e quattro amici Hank, Otis, Mike e Pete alle prese con un parcheggio reso difficoltoso dalla presenza di rampe, tombini e altri ostacoli. Cinque i livelli da superare per laurearsi campioni. Un modo insolito per creare brand awareness e per sottolineare uno dei plus di Mini Baby Racer.

Mini - Advergame Power Slide Parking

Mini - Advergame Power Slide Parking

Infine, per associazione di idee, la parola parcheggio richiama quella di multa: a volte non è proprio possibile trovare uno spazio libero e quindi si lascia l’auto davanti a un passo carraio oppure in doppia fila, con tutti i rischi che questo comporta… Altre volte si prolunga la sosta oltre il consentito. Carina quindi l’idea della compagnia low cost sudafricana 1Team Airlines di piazzare – in pure stile guerrilla marketing – nel parcheggio dell’aeroporto internazionale di Johannesburg una macchina ricoperta di multe per sosta prolungata. Questo il claim: “Pagare meno per il viaggio significa che puoi rimanere di più in vacanza”. 

1 Team Airlines - Guerrilla Marketing all'aeroporto di Johannesburg

1 Team Airlines - Guerrilla Marketing all

The Apprentice

Street Fighter? Adesso si combatte… a colpi di bacio e alito fresco!

Ricordate il mitico Street Fighter, picchia-duro ad incontri sviluppato da Capcom? Sì, lo so, parliamo del 1987, epoca preistorica: Play Station, Nintendo Wii, XBox erano (forse) soltanto ideuzze nella testolina di qualche ingegnere o programmatore giapponese e l’unico (o quasi) modo per provare la propria abilità ai videogame era prendere d’assalto con gli amici il bar sotto casa o la più vicina sala giochi…

Una sequenza di gioco di Street Fighter

Una sequenza di gioco di Street Fighter

Ebbene, per la grande gioia della generazione ’80, quindi del sottoscritto, la Perfetti ha lanciato recentemente l’advergame Mentos Kiss Fight (www.mentoskissfight.com), che, scimmiottando proprio Street Fighter mette in scena una sfida all’ultimo bacio tra Nicky Fresh Lips e alcune fanciulle alquanto assatanate. In soccorso del nostro eroe, intervengono, ovviamente gomme e caramelle Mentos. Modo curioso di sottolineare la freschezza d’alito che questo prodotto riesce a garantire!!

Pronti alla sfida Mentos Kiss Fight?

Pronti alla sfida Mentos Kiss Fight?

Tre sono i livelli di gioco: nel primo, la location è un cinema mentre nel secondo è una palestra (ok, è vero, sempre i soliti stereotipi…). Più coraggiosa è la terza ambientazione, casalinga: l’avversario è la mamma (avete letto bene!) del miglior amico di Nicky.
Se siete un fan dei vecchio videogame, vi consiglio di fare una partitina… tra l’altro il divertimento è immediato, perché non è richiesta alcuna registrazione.

The Gymnasium

Mentos Kiss Fight - Livello 2: The Gymnasium

The Apprentice