Archivi tag: Steve Jobs

The song of iPad

Bhè, che il buzz generato dall’iPad avesse invaso il web (e non solo) come nessun altro era riuscito prima, è cosa nota.

Ma spingere addirittura qualcuno a ri-scrivere una canzone (Can’t Take My Hands Off of You) con tanto di rima che cita i competitor (nook e kindle) era difficile da ipotizzare!

La melodia del pezzo la sapete tutti, quindi, se volete provare a canticchiarla, eccola qua per voi.

Trovate il post, qui.

Mr. Writer

Annunci

Unofficial Apple Tablet Game!

Ormai ci siamo, è imminente, i rumors si susseguono in giro per la Rete e la febbre inizia a salire: l’ultima creazione Apple sarà presentata domani a San Francisco.

Su questo fantomatico Tablet si sta scrivendo di tutto, tuttavia è da segnalare un divertente game realizzato dalla redazione del New York Times: “Unofficial Apple Tablet Game”.


Cliccate sull’immagine per effettuare il download del pdf e se avete colleghi o amici nerd sfidateli con le previsioni relative alle caratteristiche del nuovo prodotto della Mela.

Ecco le istruzioni per giocare:

  1. Print copies of this page. (Run off enough for your friends too.)
  2. Using a pen, select and circle 10 squares on the board.
  3. As needed, fill in the blanks in your chosen squares.
  4. On Jan. 27 at 1 p.m. EST, fire up Bits or another tech blog and turn to its live blog of the Apple event.
  5. Watch closely. As Apple announces details of the tablet that appear in the squares you’ve circled, place an X on the square. After the announcements, the player with the highest number of X’s wins!

In bocca al lupo!

Mr. Writer

Apple Tablet: scommettiamo che..?

Da alcune settimane si parla del prossimo lancio di Apple Tablet, un computer touchscreen e e-book reader firmato Mac. Dalla casa di Cupertino non sono emerse indiscrezioni, ma sul web i fan si stanno scatenando, ipotizzando aspetto e funzionalità del nuovo device Apple.

Apple Tablet

I “rumors” attorno al nuovo Tablet si sprecano: il lancio sul mercato è previsto per la primavera 2010, ma Apple non commenta nè rilascia dichiarazioni. Gli utenti intanto stanno producendo video, immagini e animazioni che dovrebbero anticipare il nuovo prodotto.

L’attesa attorno a questo nuovo gioiello è altissima e Wired USA, che ha visto una crescente curiosità da parte dei suoi lettori per gli articoli dedicati ad Apple Tablet, sta promuovendo un concorso che vede come premio finale proprio un Mac Tablet (se esiste e se uscirà prossimamente!).

Gli utenti sono chiamati, entro il 15 gennaio, a prevedere quanti articoli Wired dedicherà ad Apple Tablet nel corso del 2010. Nel caso in cui il nuovo Tablet non esistesse e le anticipazioni fossero invece una “bufala” mondiale, il vincitore del concorso riceverà un abbonamento annuale a Wired!

Joy

Elvis lives on…iPhone!

Il Re del rock’n’roll sta per tornare.

Elvis è spesso in cima alle celebrità scomparse che fruttano ancora una montagna di soldi. E certamente nessuno insegna niente, in fatto di marketing, alla società che ne amministra il patrimonio, la Elvis Presley Enterprises.

Proprio per questo è attesa a breve un’applicazione per iPhone (e iPod Touch) gratuita, in occasione del 75° anniversario dalla nascita del Re.

E’ quanto si apprende da mobilemarketingwatch.

A noi piace ricordarlo così.

Mr. Writer

Il Guardian su iPhone

Che il Guardian sia un ottimo giornale si sapeva: e si sapeva anche la sua cura per layout e contenuti digitali.

Ma dal punto di vista mobile?

Sembra che anche qui le cose siano state fatte per bene. Vedere per credere la sezione dedicata alla nuova applicazione per iPhone.

Video, immagini full screen, podcast, e la possibilità di personalizzazioni eccellenti.

La crisi per i giornali continua e la via digitale è ancora aperta su più fronti: ma servizi curati e presentati in questo modo fanno ben sperare per gli sviluppi futuri.

Ecco il video tutorial.

Mr. Writer

iPhone orchestra

An iPhone Can Make Music, but Is It Art?

E’ il titolo di un bell’articolo presente sul New York Times online, che si chiede che musica sia la “musica” realizzata attraverso l’iPhone.

Stanford Mobile Phone Orchestra (MoPhO)

L’argomento è di stretta attualità visto il progetto della Stanford Mobile Phone Orchestra.

a chamber music ensemble whose instruments are Apple iPhones, held with fingerless gloves attached to small speakers. 

A trattare il tema in prima persona è niente meno che Daniel Trueman, professore di Princeton e direttore della  Princeton Laptop Orchestra.

Both the laptop orchestra and the cellphone orchestra have the potential to be just demonstrations of uses of technology. But the intent is really to create a place to make music. If you put good musicians together with this technology, they will make good music with it

 

Che dire, certo lo strumento di casa Apple offre ampi spazi alla creatività, però….Ve lo immaginate un live dove i membri della band siano tutti intenti a pigiare le icone giuste?

Mr. Writer

Apple inventa la pubblicità obbligatoria

Pubblicità obbligatoria? E’ quanto è stato brevettato recentemente dalla Apple. Il New York Times ha pubblicato la notizia da alcuni giorni, ma sul blog ufficiale di Steve Jobs ancora non si parla di questa novità, nonostante (cosa piuttosto rara) Jobs sia presente nella richiesta di brevetto come inventore del progetto. I dettagli sulla nuova iniziativa di advertising sono però già molti.

Steve Jobs Apple

Il brevetto si riferisce ad un software per computer, telefoni cellulari, lettori mp3 e tutte le tecnologie che usiamo quotidianamente: il programma mostrerebbe messaggi pubblicitari o ne farebbe ascoltare l’audio mentre l’utente sta usando il dispositivo, senza che gli sia possibile interrompere lo spot. Per proseguire con le operazioni che si stavano svolgendo, sarà necessario interagire con lo spot, rispondendo a domande o dando la propria opinione sul prodotto.

L’utente sarebbe quindi sottoposto a test che, recita il brevetto, diventeranno “più aggressivi” se l’utente non risponderà con impegno o cercherà di aggirarli. I commenti alla novità sono stati piuttosto negativi:

Apple e l‘obbligo di guardare lo spot: solo una caduta di stile? Il Sole 24 Ore

Brevetti. Apple vuole costringerci a guardare la pubblicità ITespresso.it

L’iniziativa, se applicata ai Mac (ricordiamo che per ora è stata solo brevettata), costituirebbe certamente un grosso cambiamento per la Apple rispetto alla condotta tenuta fin’ora. Aspettiamo di vedere come sarà presentata al pubblico e quali vantaggi, in termini economici, discenderanno dall’acquisto di un dispositivo dotato di questo software, prima di rifiutare la novità. Speriamo solo che il Mac non diventi una “broken promise” paragonabile alle delusioni descritte nell’ultimo spot Get a Mac, dove, come sempre, si ironizza su Microsoft.

Joy