Archivi tag: ambiente

Comunicare green, il progetto Green Touch

E’ stato presentato ieri un progetto ecologico davvero ambizioso, che ha l’obiettivo di rendere il consumo delle reti mondiali ICT 1000 volte più efficiente. Il consorzio si chiama Green Touch ed è composto tra gli altri da colossi della comunicazione come AT&T, Bell Labs, China Mobile, Swisscom e lo Stanford University’s Wireless Systems Lab.

Il consorzio ha ricevuto immediatamente il consenso e il supporto dei governi di USA, Francia, Gran Bretagna e Corea. Insieme i soggetti coinvolti (operatori telefonici, laboratori industriali e di ricerca) reinventeranno le reti mondiali di comunicazione con un approccio ecosostenibile. Dalle parti elettroniche all’architettura, dai router al wireless, tutto sarà preso in esame e ne sarà progettato il miglioramento da un punto di vista ecologico.

Green Touch fra cinque anni dovrebbe essere in grado di fornire la risposta all’ipotesi di una riduzione davvero notevole dei consumi energetici legati all’ICT. Il piano partirà nel febbraio 2010 con la prima riunione dei soggetti del consorzio, al grido di Communication turns totally green!

Lo speriamo davvero!

Joy

Annunci

Pepsi: Rinfreschiamo le idee per l’ambiente

Il nuovo anno di Pepsi si è aperto all’insegna della tutela dell’ambiente con Pepsi Refresh Project, la nuova campagna social che ha scelto di destinare 20 milioni di dollari alla realizzazione di progetti volti a rendere il pianeta un luogo migliore in cui vivere.

Tutti sono chiamati a partecipare all’iniziativa. La fan page su Facebook conta già 284.571 utenti iscritti… L’idea sembra stia avendo un gran successo!

Pepsi Refresh Project richiama l’attenzione di tutti coloro che hanno a cuore la tutela dell’ambiente, permettendo loro di diventare protagonisti diretti dell’iniziativa proponendo un’idea innovativa e efficace per la realizzazione di un progetto originale e efficace, rivolto alla salvaguardia e crescita del pianeta.

Chi accetterà la sfida dovrà scegliere una categoria dal sito ufficiale (tra Arte e Cultura, Salute, Pianeta, etc.), elaborare un’idea che sia possibile realizzare in tempi ragionevoli e promuoverla online.

Da oggi, 13 gennaio, si dà inizio alla sottoscrizione delle proposte. Se qualcuno avesse delle idee innovative per risollevare la situazione drastica in cui sta precipitando il pianeta (che magari sta elaborando da anni o gli sono balzate in mente in pochi attimi), può proporla al progetto Pepsi Refresh Project.

Dal 1 febbraio gli utenti potranno votare il progetto migliore e partecipare così alla proclamazione delle 32 idee vincenti.

Un’iniziativa social e originale, di cui apprezziamo molto l’attenzione rivolta alla sensibilizzazione degli utenti per il rispetto dell’ambiente.

La Blanche

Mad Ideas: new ideas from users

SaidMade lancia un nuovo progetto: Mad  Ideas, l’officina delle idee nate dagli utenti.

Il concept che sta alla base del progetto (presentato a Bologna da Matteo Fantuzzi durante lo User Camp) è davvero originale: coinvolgere utenti-inventori in prospettive che nascono dalla mente di un solo individuo ma che sono rivolti all’intera comunità.

Da Sabato 5 Dicembre 2009, per 12 mesi, sul sito Mad Ideas gli internauti, siano essi privati o associazioni senza fini di lucro, potranno proporre un progetto o un’idea (preferibilmente folle!) che rientri in una delle categorie indicate nel regolamento.

Gli utenti potranno spaziare  in diversi ambiti: ambiente, community e culturaDi idee folli se ne potranno avere a bizzeffe!

Una lampadina è l’icona del progetto:

Illuminare il presente per ampliare le prospettive, migliorare la visone, agevolare il cammino. Questo fanno le idee. E le lampadine.”

Ogni idea è quindi, per Mad Ideas, una lampadina.

Ogni mese  le proposte più interessanti valutate da una  redazione formata da esperti   sarà premitata  sul sito  con un iPod Touch da 8GB.

Made Ideas è anche su iPhone: l’applicazione è già scaricabile gratuitemente dall’App Store, con la quale gli utenti possono inviare una Photobulb, metafora di partecipazione e creatività. Le foto più folli e illuminanti, saranno inserite nel PhotoBulb Album del sito.

Il progetto è sponsorizzato da nomi come Liquida, Green Pallet e Bagnetti.

Non ci resta che illuminare Made Ideas con le nostre “lampadine”🙂

La Blanche


Green is The New Black

Ed eccomi di nuovo a parlare di Green e di aziende che si mostrano sensibili al problema della ecosostenibilità.

Qesta volta tocca ad Heineken, da sempre green nel look & feel oggi si trova ad essere un attualissimo brand green anche nell’anima.

La campagna è stata curata dall’agenzia JWT obiettivo era creare per Heineken un progetto rivolto all’ambiente che fosse però anche accattivante per i consumatori e al tempo stesso, ovviamente, facesse da cassa di risonanza per il brand.
viveverde
E quindi?

Nasce Vive Verde il brand di Heineken che firma una linea di green bag ricavate da tutti i cartelloni pubblicitari dismessi e che incitano il comsumatore al riutilizzo, il più poliedrico possibile, dell’oggetto. (fashion bag, shopping bag, gym bag e chi più ne ha più ne metta).

Le borse hanno registrato il sold out in pochi giorni.

Ma non l’aveva già fatto Vodafone tempo addietro?

Chi l’ha detto che le belle idee sono sempre quelle più originali, nell’epoca dello sharing le belle idee sono quelle condivise 😉

Ci piace un sacco, e basta con i sacchetti di plastica al supermercato!

Sunglasses@night

L’energia nucleare? Un boomerang, parola di Greenpeace

Siamo sicuri che l’energia nucleare rappresenti un’alternativa sostenibile (e sicura) ai combustibili fossili? Non sarà piuttosto che ci stiamo facendo del male con le nostre stesse mani? È questo il senso dell’efficace campagna Boomerang firmata da DDB Parigi per Greenpeace, segnalata da Marco Valenti di Comunicazione Sociale. Due le varianti: In France, we don’t pollute. We use nuclear energy e First, let’s fix the economic crisis. Then, well think about the environment.

untitled

The Apprentice