Archivi categoria: arte

Bomb it: graffiti documentary

Bomb it - The Movie

Per tutti gli amanti della street art vi segnaliamo il documentario realizzato da Jon Reiss, Bomb it – The Movie.

Sono davvero innumerevoli gli esempi di graffiti presentati, alcuni dei quali da lasciare senza fiato.

Bomb it traccia la storia della street art dalla scena newyorchese degli anni settanta ai più interessanti artisti contemporanei. Difficile contestare le questioni toccate dal film, come il diritto all’espressione e all’uso dello spazio pubblico, quando si è messi di fronte a capolavori come quelli dei brasiliani Os Gemeos: chi mai gli negherebbe un muro di casa propria? (Internazionale)

Prendetevi qualche minuto, mettetevi comodi e sintonizzatevi sul canale dedicato al documentario su Babelgum: oltre al film intero, potete comodamente selezionare i singoli artisti.

Mr. Writer

Hackney (Londra) diventa un modellino!

Bella mostra in preparazione al Museum of London, dove l’artista Tom Hunter ha ricreato in miniatura il quartiere londinese di Hackney.

Artist Tom Hunter has created a scale replica of a terrace block in Hackney, contained within a £40,000 glass case. The Lilliputian streetscape is recreated in exquisite detail, even showing the illuminated interiors of the houses (the Londonist)

L’installazione sarà visibile al pubblico dal 28 maggio 2010, quando The Galleries of Modern London apriranno nel loro nuovissimo splendore.

Mr. Writer

Absolut Vodka art: I’m here di Spike Jonze

Ancora una volta Absolut Vodka ha trovato la chiave giusta per arrivare al suo pubblico. E’ successo con I’m here, il cortometraggio girato da Spike Jonze per la vodka più nota, che è stato da poco presentato al Sundance Film Festival. Il trailer ci proietta immediatamente nel mood del film.

La storia d’amore tra due robot quasi umani che vivono la propria storia a Los Angeles è l’ennesimo esempio delle scelte comunicative di Absolut Vodka, brand capace di essere davvero trasversale. Dopo Andy Warhol, Keith Haring e Helmut Newton, anche Spike Jonze porta il proprio immaginario nel mondo Absolut.

Da visitare il sito dedicato al progetto, www.imheremovie.com, un viaggio nelle musiche e nelle atmosfere del corto. Parallelamente, è stato aperto un blog nel quale sono pubblicate notizie sulla realizzazione del film, sugli attori e la colonna sonora.

Il cortometraggio parteciperà al Festival di Berlino e sarà possibile vederlo sul sito ufficiale a partire dal 7 marzo, “acquistando” un biglietto virtuale (basta inserire il nome e al mail).

Joy

Realizza il tuo teatro personale!

Signori e signore, this is The Personal Theater!

Avete una scatola da scarpe e uno smartphone? Bene.

Avete una buone dose di creatività? Benissimo!

Adesso guardate il video qui sotto.

Che roba è?

How to make a personal theater for your media player. Using a shoe box, laser printer and your imagination, you can create a cool way to view movies.

Potete acquistare il kit fai-da-te con 20 $ dal sito www.personalmovietheater.com

Intanto ecco il divertente video Behind the scenes!

Mr. Writer

Internet: memoria e obsolescenza

Ci siamo abituati a pensare internet come una sconfinata memoria esterna a cui affidare frammenti di noi e della nostra presenza. La cultura dello sharing ci impone quasi di condividere tracce, prove immateriali di un passaggio, evidenze leggere ma perturbanti di azioni e posizioni.

L’idea del per sempre, dell’infinito e dell’inesauribile, alimentano il paradigma internet rendendolo repository efficiente, autorevole e autoritaria di tutti i riflessi di noi. Ma l’idea di un’internet immateriale, quasi magica per qualcuno, che non conosce deterioramento, è un inganno latente, nascosto in ogni bit di informazione che circola.

Temporary.cc, opera di Zach Gage, indaga proprio questa condizione  duale: la perenne lotta tra eros e thanatos, la componente di obsolescenza che ogni memoria porta con sè.

Le informazioni che costruisco temporary.cc, infatti, sono soggette ad un costante processo di deterioramento, innescato e perpetrato da ogni fruitore che, in tal modo, conduce l’opera al suo totale annientamento: una pagina completamente bianca, un punto zero di informazione e di memoria.

Il paradigma della memoria collettiva, facilmente fruibile ed eternamente accessibile, viene così messo in crisi, portando ad evidenza nodi concettuali pregnanti in un epoca i cui codici e linguaggi sono strettamente legati a supporti labili e congenitamente precari.

Mr_B

CCTV: new animation by Troublemarkers

Troublemakers, compagnia di produzione con base a Parigi, specializzata nell’utilizzo della live action, dell’animazione 2D e 3D, ha realizzato uno spot degno di nota per CCTV, canale televisivo cinese.

Immaginario e motion grafica davvero originali.

La Blanche

via Adverblog